CHI SI FERMA E’ PERDUTO!

CHI SI FERMA E’ PERDUTO!

30 marzo 2015 Non attivi Di administrator

CHI SI FERMA E’ PERDUTO!

Dopo dodici risultati utili consecutivi si ferma la marcia del Sansepolcro verso una vetta che, fino a domenica mattina, era distante solo cinque punti e che, complice la sconfitta interna col Gualdo e la larga vittoria del Siena, appare adesso troppo lontana per cullare sogni di promozione, sebbene la piazza d’onore non sia affatto ancora compromessa. Proprio giovedì, nel turno infrasettimanale infatti, i bianconeri saranno di scena a Poggibonsi in un match di altissima classifica che potrà meglio delineare la griglia finale in chiave play off. La gara di domenica, obiettivamente tutt’altro che la migliore della stagione, non compromette di certo le valutazione su di una stagione già di per se esaltante: forse è mancata un po’ di tranquillità, dettata dal fatto che gli scontri diretti di giornata avrebbero potuto lanciare il Sansepolcro come prima inseguitrice del Siena. La voglia di portarsi a casa l’intera posta in palio, contro un avversario che comunque ha dimostrato il proprio valore, ha probabilmente intaccato l’equilibrio psicologico di una squadra che arrivava a questa sfida lanciata da buoni risultati e confortata da prestazioni convincenti. La salvezza, raggiunta meritatamente e con larghissimo anticipo, avrebbe dovuto consentire ai ragazzi di giocare con maggiore serenità benché fosse comprensibile una tensione alimentata da un obiettivo che pareva essere alla portata: a questo punto sarà necessario ritrovare il giusto equilibrio che permetta di affrontare le gare restanti in modo tale da non farsi condizionare da eccessive pressioni. Abbiamo avuto la dimostrazione che il Sansepolcro può giocare alla pari con tutti e che le poche sconfitte fin qui rimediate siano da imputare più a complicazioni autoindotte piuttosto che da avversari che hanno messo sotto i bianconeri. Un buon piazzamento nei play off quindi può essere obiettivo concreto e raggiungibile, tale da permettere ai giocatori stessi di vedersi riconosciuti in maniera concreta i meriti di una grande stagione ed al pubblico di godersi un’appendice di campionato che possa regalare ulteriori soddisfazioni. Il colpo d’occhio che anche domenica il Buitoni ha regalato, con un tifo caloroso ed incessante, siamo sicuri potrà dare benzina ad una squadra che, non ci stancheremo mai di ripeterlo, ha continuamente cercato di alzare l’asticella attraverso un lavoro quotidiano di elevata qualità, un raro attaccamento alla maglia ed una determinazione che merita di essere valorizzata ulteriormente. Un’altra conferma, se ce ne fosse bisogno, per preparare le basi di un futuro importante.