GRANDE SPETTACOLO E CLIMA DA SERIE A

27 aprile 2015

GRANDE SPETTACOLO E CLIMA DA SERIE A

Combattere fino alla fine: 1-0 palla al centro, ma i tre punti sono andati a Siena. Una sconfitta di misura che non lascia demoralizzato il Sansepolcro: una squadra che ha combattuto fino all’ultimo, che ha fatto bene in uno stadio Buitoni dal sapore davvero particolare. Se lo paragoniamo a un’atmosfera di Seria A, con le dovute proporzioni, non sbaglieremo di molto. Un colpo d’occhio unico che, forse, ci vorrebbe anche più spesso. Non tutte le ciambelle vengono con il buco, ma poteva starci anche il “colpaccio”: siamo convinti che se Gorini avesse trasformato il colpo dagli undici metri, un risultato positivo in tasca del Sansepolcro sarebbe comunque rimasto. Anche questo però è il calcio: strano, ma allo stesso tempo bello. Tutti bravi i ragazzi che sono scesi in campo, ma permetteteci un degno ringraziamento e vivissimi complimenti al giovane Matteo Vadi che è stato davvero provvidenziale in almeno cinque occasioni. Stadio sold-out ma pubblico un po’ spento a tratti, fatta eccezione della solita frangia che da oramai diverse giornate si dispone nella tribuna scoperta. Ahimè, ma il Siena con la vittoria di domenica ha sfatato anche il tabù Buitoni: la formazione di Morgia, infatti, in passato non era mai uscita dallo stadio biturgense con tre punti in tasca. Ma è stato un weekend davvero accattivante per le formazioni di Sansepolcro, anche se l’epilogo è stato la sconfitta della prima squadra: sta di fatto che la juniores nel prima partita dei playoff si è imposta per 3-1 a Poggibonsi, mentre gli allievi hanno vinto il campionato regionale. Ma il torneo di Serie D non è ancora terminato: per il momento mancano due partite all’appello e il Sansepolcro incontrerà i fanalini di coda della classifica; Trestina prima e la già retrocessa Bastia poi. E’ ancora presto per fare il bilancio di questa stagione con precisione, ma a grandi linee è già tracciato: buona la risposta della squadra e staff importante che ha saputo gestire maniacalmente le varie situazioni. Ma guardiamo ancora in avanti: l’ipotesi playoff oramai è sfumata, ma non è certamente la sconfitta in casa con il Siena che può rovinare una stagione. Sono state sette, nelle trentadue giocate, le partite in cui il Sansepolcro non è riuscito a far risultato e sono state concentrate in due momenti della stagione: sarà il caso, ma hanno conciliato in vista della sfida con i senesi. Essere scaramantico sì, ma fino a un certo punto ovviamente. Il progetto targato Vivi Altotevere Sansepolcro possiamo comunque dire che ha funzionato, ma non è finito qua. Chi vivrà vedrà: ottimismo!