SCARSCELLI: “STAGIONE STRAORDINARIA, ORA PROGRAMMARE IL FUTURO CON SERENITÀ”

SCARSCELLI: “STAGIONE STRAORDINARIA, ORA PROGRAMMARE IL FUTURO CON SERENITÀ”

28 aprile 2015 Non attivi Di administrator

SCARSCELLI: “STAGIONE STRAORDINARIA, ORA PROGRAMMARE IL FUTURO CON SERENITÀ”

A due giornate dal termine del campionato è tempo di tirare le somme sulla stagione. A tal proposito Alessio Scarscelli, al primo anno da responsabile dell’area tecnica della società bianconera, si dice particolarmente soddisfatto del lavoro svolto: “direi che si può tranquillamente parlare di stagione straordinaria, sia a livello di prima squadra che di settore giovanile, con risultati al di sopra delle aspettative sia sul campo che fuori”. Spiega il dirigente biturgense “per quanto riguarda la prima squadra l’obiettivo richiesto dalla proprietà, una tranquilla salvezza, è stato raggiunto con larghissimo anticipo, impiegando tanti ragazzi del nostro vivaio e raggiungendo anche il primo posto nella speciale classifica dei giovani; il settore giovanile ci regala una juniores in finale play off e seconda classificata a livello nazionale in disciplina, la squadra allievi vincitrice del proprio girone e che andrà a difendere l’Umbria alle fasi nazionali ed una formazione giovanissimi che si è guadagnata i primi posti nel suo campionato. alessio2Aldilà dei risultati sportivi c’è anche grande soddisfazione per la crescita calcistica e non solo di tanti ragazzi, cosa questa che dobbiamo sempre mettere al primo posto quando si parla di settore giovanile”. Parlando di Serie D, qual è stato il segreto del Sansepolcro nell’ottenere un risultato così positivo? “il segreto credo risieda nel fare cose normali – continua Scarscelli – mantenendo un lavoro impostato su di una mentalità oramai consolidata, applicandosi con dedizione e sacrificio e sentendo proprie le sorti di questi colori. Da questo punto di vista siamo facilitati dalla presenza massiccia in rosa di giocatori cresciuti nel nostro settore giovanile o comunque della zona e dalla continuità che siamo riusciti a dare ad un gruppo di base che lavora insieme da molto tempo”. I meriti dunque sono principalmente di chi lavora tutti i giorni al fianco della squadra? “credo che i meriti debbano essere condivisi: senza dubbio Davide Mezzanotti ed il suo staff sono stati a mia avviso perfetti nella gestione della stagione, nell’applicazione di un metodo di lavoro adatto al tipo di gruppo allenato e nel portare avanti una filosofia pienamente condivisa anche dalla società” prosegue il dirigente bianconero “ma credo che enormi meriti vadano riconosciuti anche e soprattutto ai ragazzi: un gruppo splendido, dentro e fuori dal campo ed un esempio per i nostri giovani: come mi è già capitato di dire direttamente a loro, credo che come dirigente non si possa chiedere di meglio! L’unico rammarico forse è il mancato raggiungimento dei play off: penso che i ragazzi si meritassero questa ulteriore soddisfazione, ma purtroppo abbiamo dovuto fare i conti con assenze pesanti che a lungo andare ci hanno indubbiamente creato qualche difficoltà”. Lasciando per un attimo il campo, un bilancio di questa prima stagione targata Vivi Altotevere? “credo di potermi esprimere in termini assolutamente positivi anche sotto questo aspetto: la proprietà è stata sempre presente al fianco di chi quotidianamente lavora al Buitoni. C’è un entusiasmo frutto di una piazza che, grazie ai risultati ottenuti dalla squadra, ha dato cenni positivi. La strada da percorrere sarà ancora lunga e non priva di difficoltà ma il cammino è stato intrapreso nei giusti binari – prosegue Scarscelli – mantenendo vivi principi e filosofie che negli anni hanno portato il Sansepolcro a ritagliarsi uno spazio importante nel panorama calcistico. Se continueremo a lavorare seguendo questa direzione, puntando sui giovani, agendo in maniera consona alle nostre potenzialità ed ai nostri mezzi, perseguendo una sana e prudente gestione finanziaria, credo che allora potremmo aspettarci un futuro ancora ricco di soddisfazioni e successi”. E ora già si pensa alla prossima stagione: “la speranza è che si riesca ad impostare fin da subito con serenità ed equilibrio una programmazione condivisa, affinché ognuno possa adoperarsi secondo le proprie competenze. Abbiamo l’enorme fortuna di avere un gruppo di lavoro in sede che ha acquisito una metodologia di lavoro eccellente e riconosciuta anche fuori dal contesto locale: ne sono esempio gli attestati di stima continui che riceviamo, soprattutto nella promozione dell’immagine del Sansepolcro. A livello tecnico invece, per quanto possibile – conclude il dirigente bianconero – l’auspicio è di poter confermare gran parte di questo splendido gruppo di giocatori”.