PIU’ FORTI DELLE AVVERSITA’

PIU’ FORTI DELLE AVVERSITA’

16 Settembre 2015 Non attivi Di Area Comunicazione

PIU’ FORTI DELLE AVVERSITA’

Una verretta che si conficca esattamente al centro del corniolo scoccata da circa trenta metri. Il banco di tiro non poteva che essere quello centrale. Passateci questo paragone ancora legato alle Feste del Palio della Balestra di Sansepolcro. Gianluca Marinelli sale in cattedra e con una prodezza balistica porta i bianconeri in vetta alla classifica dopo solo tre giornate dall’inizio del campionato. Un Sansepolcro molto più forte delle avversità: una bella, ma soprattutto importante vittoria per i ragazzi di mister Mezzanotti in casa dello Scandicci; un campo non certamente dei più facili. Dopo il pareggio casalingo contro lo Spoleto il Sansepolcro conquista sei punti nelle due trasferte consecutive, raccogliendo il massimo del bottino, dandosi morale e fiducia. Soprattutto per i più giovani sono importanti questi successi, frutto del lavoro svolto con impegno; vittorie che sono arrivate con l’importante contributo del gruppo storico del Sansepolcro, i cosiddetti “grandi”. A Scandicci è sceso in campo un Sansepolcro inedito, con il bomber Essoussi fin dal primo minuti seppure deve ancora trovare la giusta forma. Davide Mezzanotti ha deciso comunque di metterlo dentro, seppure non avesse i 90 minuti sulle gambe, facendolo giocare tutta la partita. Grandi assenti del match Francesco Cangi e Nicola Beati: entrambi a riposo, “vittime” di due infortuni differenti. Sublussazione della clavicola per il difensore e forte gonfiore al ginocchio per il centrocampista ex Inter. Novità assoluta il debutto in campo dal primo minuto di Camillo Tavernelli, classe ’99, che si è comunque mosso molto bene tra i big. A Scandicci si è giocato sotto un clima pressoché proibitivo: la colonnina di mercurio segnava ben 33 gradi con un tasso di umidità che sfiorava il 95%. I ragazzi sono usciti stremati dal terreno di gioco, ma con tre punti importantissimi in tasca: ne è la prova il fatto che il Sansepolcro all’inizio del secondo tempo aveva già esaurito i cambi. Un primo tempo a marca bianconera, mentre un secondo più sofferto con lo Scandicci che era ritornato in partita: un plauso a tutta la squadra, ma un grazie particolare a Matteo Vadi che in più di una circostanza ha permesso di mantenere inalterato il risultato grazie alle provvidenziali parate. Protagonista anche Gianluca Marinelli che con la doppietta di oggi (ne aveva segnato uno anche a Gualdo, quindi siamo a tre) è già volato in vetta alla classifica diventando IL capocannoniere. Finale un po’ sofferto dal Sansepolcro con lo Scandicci che aveva accorciato le distanze allo scadere del tempo regolamentare: una sorta di assedio fiorentino, ma con i bianconeri che non hanno mollato stringendo il coltello fra i denti. Un gruppo storico che trascina ancora una volta le giovani leve del Sansepolcro: il giusto mix che da sempre contraddistingue la società di viale Osimo. Mercoledì 16 settembre nel calendario non era un giorno cerchiato in rosso, quindi niente festa; ma sono state davvero molte le persone di Sansepolcro presenti allo stadio: ciò significa che l’amore per questa squadra e l’attaccamento alla maglia supera ogni altra cosa. Pure i “Borghesi Tesi” hanno timbrato il cartellino a Scandicci e terminata la gara, anche i giocatori hanno cantato con loro. Che spettacolo: avanti così!