UNA INIEZIONE DI FIDUCIA

UNA INIEZIONE DI FIDUCIA

28 Settembre 2015 Non attivi Di Area Comunicazione

UNA INIEZIONE DI FIDUCIA

Se fosse entrata sarebbero stati tre punti, oltre che essere un gran gol del giovanissimo Camillo Tavernelli. Già, se fosse.. peccato che le porte hanno pure i pali. Anche questo è il calcio: un algoritmo difficile, un’espressione strana dove non sempre è possibile risolverla. X, Y: talvolta la sua soluzione scorre bene, altre tiri sopra una riga e chiudi il quaderno. No, a Sansepolcro non si chiude mai il quaderno! Ogni qualvolta ci imbattiamo in una sconfitta, c’è sempre un motivo per rialzare la testa: solamente insieme, però, questo si può fare. Quella di Poggibonsi è forse stata la miglior partita disputata dai bianconeri in questo inizio di campionato, perché in campo si è vista una squadra corta, molto ben posizionata che ha inizialmente aggredito nelle zone alte gli avversari. Il Sansepolcro è stato bravo a reggere l’urto di una compagine importate come è quella senese: una prestazione da parte di tutti sopra la sufficienza, sia dal punto di vista dell’impegno che dallo sviluppo del “credo” tattico recitato da mister Davide Mezzanotti. Tutti bene i più giovani del gruppo con Camillo Tavernelli che ha scheggiato il palo per un ritardo calcolato sui decimi di secondo. Se qualcuno deve salire in cattedra, però, sono stati i giocatori più esperti. Nella retroguardia il rientro in campo dal primo minuto di Francesco Cangi si è visto: un Sansepolcro che ripartiva in maniera migliore e di questo ne ha usufruito anche Nicola Beati; un regista importante sul campo, oltretutto abile in tutti i movimenti. La crescita di Adnane Essoussi è praticamente costante e si sta avvicinando davvero al top della forma: un passo in avanti anche per Marco Piccinelli, mentre Gianluca Marinelli è stato nel suo standard (buono). I bianconeri hanno avuto anche occasioni importanti per passare in vantaggio, ma qualcuno ha detto no! Non ci siamo riusciti, forse alla fine il pari era il risultato più giusto seppure ai punti il Sansepolcro ha ottenuto qualcosa in più. Nell’insieme è comunque stata una buona prestazione: un gioco fluido, i sotto quota che hanno tenuto bene nonostante l’avversario esperto; un’autentica iniezione di fiducia dopo la sfortuna di domenica contro la Massese. Resta il fatto che è comunque un campionato difficile, risultati soddisfacenti mentre altri sono delle autentiche sorprese. Era comunque importante, oseremo dire fondamentale per il Sansepolcro rispondere subito “presente”: un bel gioco è stato espresso e i bianconeri sono tornati con un punto d’oro da una trasferta molto insidiosa. Domenica, però, al Buitoni arriverà il Ghivizzano: una formazione neopromossa, ma con giocatori di spessore nella rosa che hanno militato anche tra i professionisti. Un pubblico che comunque serve e che gioca certamente un ruolo a favore del Sansepolcro: vero che al Buitoni mancano ancora all’appello i primi tre punti, fiducia, arriveranno! L’ottimismo è il profumo della vita.