ALESSANDRO MASSAI: IL “GIOIELLINO” DEL SANSEPOLCRO

28 gennaio 2016

ALESSANDRO MASSAI: IL “GIOIELLINO” DEL SANSEPOLCRO

Un doppio salto importante: dagli allievi alla corte di Mezzanotti

Agile sul campo e determinato quando ha il pallone tra i piedi; lui non ha neppure 18 anni, ma non gli fanno paura i “marpioni” della Serie D: Alessandro Massai, classe ’98, è uno dei tanti giovani del Sansepolcro. Anche per lui un doppio salto, essendo passato dalla categoria “allievi” direttamente in prima squadra alla corte di mister Davide Mezzanotti. E’ una delle pedine che compongono il centrocampo bianconero e numerose sono state le presenze finora sul campo; tutte prestazioni eccellenti, ampiamente sufficienti. Quasi ¾ di campionato sono già alle spalle: che bilancio stili? “Il girone di andata è oramai passato e dobbiamo guardare in avanti – spiega Massai – forse, siamo stati pure un po’ sfortunati e in qualche occasione anche penalizzati. Speriamo di far bene nel girone di ritorno: noi ce la metteremo tutta e domenica abbiamo ottenuto un buon punto contro la Massese”. Dagli allievi alla prima squadra: come ha vissuto questo doppio salto? “Quando mi è arrivata a casa la lettera di convocazione per il ritiro estivo quasi non ci credevo, sono rimasto sorpreso ma è stato molto bello. In particolare avere la possibilità di giocare al fianco di giocatori di spessore: ripeto, mi fa molto piacere ma è senza dubbio impegnativo”. Quanto è importante avere figure “esperte” in rosa per la crescita di voi giovani? “E’ fondamentale – precisa Massai – in particolare a Sansepolcro oltre che essere degli ottimi giocatori, sono delle grandi persone. Sono i primi ad aiutarti se ti vedono in difficoltà dandoti consigli utili per migliorare”. Domenica che partita sarà contro il Poggibonsi? “Da tre punti! Sappiamo che è comunque una squadra ostica e dobbiamo stare molto tranquilli: sarà necessario fare gol, magari subito, mettendo in tasca una bella vittoria”. Fischio d’inizio fissato come sempre per le 14.30 allo stadio Buitoni di Sansepolcro.