IL RISULTATO E’ NEGATIVO MA IL SANSEPOLCRO NO

IL RISULTATO E’ NEGATIVO MA IL SANSEPOLCRO NO

12 Settembre 2016 Non attivi Di Area Comunicazione

IL RISULTATO E’ NEGATIVO MA IL SANSEPOLCRO NO

Più incisivi e conviti: il Sansepolcro comunque c’è. Seppure il risultato – perché alla fine poi è questo quello che conta di più al triplice fischio – non si rispecchia certamente, per i bianconeri è stata una delle migliori gare: in particolare nel secondo tempo si è visto il vero Sansepolcro, quello che era venuto fuori anche durante le varie amichevoli estive. Una prima mezzora autoritaria sul campo dell’Albalonga: non ci siamo fatti intimorire e siamo passanti in vantaggio meritatamente grazie alla punizione trasformata da Giacomo Gorini. Poi abbiamo pagato un po’: un gruppo nuovo, è mancato quel pizzico di personalità e rabbia agonistica quando si scende in campo. Dieci minuti di sbandamento dove il Sansepolcro ha pagato a caro prezzo: risultato ribaltato sul 2-1 dai locali e una serie consecutiva di corner che hanno pesato. Spesso – alludiamo in particolare alla seconda rete – occorre avere maggiore attenzione alle diagonali e soprattutto parlare di più in campo. Un Sansepolcro comunque determinato anche nel secondo tempo, l’Albalonga non ha effettuato tiri in porta pericolosi e ci potevamo meritare anche il pareggio. Il 3-1 è arrivato quando ad Albano Laziale scorrevano già i titoli di coda, erano saltati tutti gli schemi e mister Marco Schenardi aveva giocato tutte le carte per andare almeno sul pari. Un arbitro comunque impeccabile e l’unica sbavatura, forse, è stata sul rigore negato a Tersini. Un Sansepolcro che ha tirato poco dalla distanza e non ha sfruttato le condizioni del terreno di gioco: aspetto messo in primo piano dalla compagine locale. Insomma, chi ha visto la partita dal vero si è fatto un’idea decisamente diversa da quella poi commentata: un Sansepolcro che viaggia comunque serenamente e che crede sempre di più nel suo progetto. Una realtà sempre più compatta che gestisce il calcio guardando anche l’aspetto economico: spesso i giudizi dei “luminari del calcio” vanno messi da parte e conoscere realmente come stanno le cose. Chiudiamo con una battuta: nella scorsa stagione la partenza del Sansepolcro era stata decisamente migliore, ma l’epilogo fu tragico; speriamo bene e con le parti invertite.