A TU PER TU CON… DIEGO FABBRI

A TU PER TU CON… DIEGO FABBRI

28 settembre 2017 Non attivi Di Area Comunicazione

A TU PER TU CON… DIEGO FABBRI

Diego Fabbri, anno 1993, nato e cresciuto a Sansepolcro, è da anni ormai, prima da giovane calciatore poi da istruttore della Scuola Calcio e preparatore atletico della Juniores Nazionale, all’interno della grande famiglia del Vivi Altotevere Sansepolcro. Ma partiamo per gradi. Diego, ti occupi di Scuola Calcio ormai da qualche anno giusto? “Sì, la mia avventura ‘in panchina’ è iniziata nel 2008, avevo solo 15 anni quando, per motivi particolari, ho dovuto appendere le scarpette al chiodo. La società, in particolar modo nella figura di Valerio Piccinelli, che non finirò mai di ringraziare per tutto quello che ha fatto e sta facendo per me, mi ha proposto di intraprendere questa esperienza prendendomi con se, con gli esordienti che in quell’anno erano i ’96. Sono passate 10 stagioni e ancora alleniamo insieme, gli esordienti 2005-2006, stesso campo, stessi spogliatoi, stessa voglia e umiltà del primo giorno in cui ho iniziato”. Quando avete ripreso la vostra stagione calcistica? “Nella settimana a cavallo tra la fine di agosto e l’inizio di settembre, riscuotendo tante presenze sin dai primissimi giorni. La rosa dei 2005-2006 è di sicuro una delle più numerose avute negli ultimi anni, comprendente circa 45 ragazzi. Per gli allenamenti e partite siamo aiutati da altri due istruttori, dal professor Saverio Miro, che vive e insegna eduzione fisica ad Arezzo, e da Mauro Cambi, istruttore tornato a dare una mano a Sansepolcro dopo qualche anno passato in altre società. I giorni di allenamento sono martedì e giovedì per i 2005, mercoledì e venerdì per i 2006, così da aver migliore gestione dei ragazzi”. Per quanto riguarda la Juniores ti è stato affidato il ruolo di preparatore atletico, parlaci un po’ di questa esperienza e di come sta andando la prima parte di stagione? “Con la Juniores sono al mio secondo anno da preparatore atletico che, visto il percorso di studi che sto facendo, è il ruolo che più mi si addice tra lo staff tecnico. Ho avuto la possibilità e la fortuna di far parte dell’avventura dello scorso anno, culminata come vice-campioni d’Italia, grazie a Maurizio Falcinelli e Valerio Piccinelli, che mi hanno fortemente voluto indirizzare verso questo percorso. Come dice spesso Mister Falcinelli ‘se avessimo vinto il titolo lo scorso anno, al tuo primo anno da preparatore atletico, quest’anno saresti tornato senza motivazioni’. Scherzi a parte, sono molto felice di far parte di questo gruppo, indipendentemente dai risultati, perché comunque il nostro obiettivo è sempre quello, far crescere i nostri ragazzi e prepararli per la prima squadra, senza pensare a nient’altro se non al lavorar esodo tutti i giorni. L’anno scorso credo sia stato fatto un gran lavoro sotto questo punto di vista, visti i tanti ragazzi che adesso fanno parte del gruppo della prima squadra e che l’anno scorso erano in campo con la maglia della Juniores. Per quanto riguarda la prima parte di stagione posso dire che il bilancio è senz’altro positivo, visto che il gruppo è quasi totalmente nuovo e formato da tanti ragazzi del 2000 e solo qualche ’99 che avevamo già la passata stagione. In campo vedo tanta voglia d’imparare, tanta qualità e intensità negli allenamenti e tanta umiltà nel mettersi a disposizione dell’allenatore, che purtroppo in campo il sabato può mandarne solo 16, quindi qualcuno non può far altro che guardare la partita dalla panchina o dalla tribuna. Non essere entrato come giocatore nello spogliatoio della Juniores è un grande rammarico, ma ora so come mai Maurizio Falcinelli è così amato dai suoi ex giocatori, perché quello non è semplicemente uno spogliatoio, è una grande famiglia, un luogo dove trovare veri amici, dove quando sei in difficoltà puoi girarti verso il tuo compagno che è sempre pronto a tenderti la mano. Colgo l’occasione per ringraziare tutto lo staff tecnico, medico e dirigenti che mi hanno accolto già dallo scorso anno in maniera stupenda”. In conclusione, parlaci delle attività che hanno preso il via da metà Settembre al PalaBorgo, il Palazzetto di Sansepolcro. Sappiamo che sei in protagonista anche in un’iniziativa in particolare. Giusto? “Sì, dal mese di settembre hanno preso il via varie attività presso il PalaBorgo. Vari tipi di corsi per qualsiasi fascia d’età e per tutti coloro che volessero partecipare, dal genitore del bambino che gioca a calcio come quello che gioca a pallavolo, tennis, basket e quant’altro o semplici persone che abbiano voglia e necessità di partecipare ad un corso che faccia al caso proprio: attività motoria per la terza età, Pilates, ginnastica posturale, corpo libero, total body, fit & boxe, zumba, balli caraibici, circuit training. Personalmente ho organizzato il corso di Circuit Training –Total Body, ovvero un corso che vada a lavorare sul potenziamento muscolare, comprendendo ogni parte del corpo. Vi aspetto ogni lunedì, alle 21.15, presso la Palestra Buonarroti di Sansepolcro. Per qualsiasi altra informazione sui vari corsi vi consiglio di contattare la segreteria del Vivi Altotevere Sansepolcro.