AMMUCCHIATA IN CODA

29 gennaio 2018

L’editoriale del Presidente – Caro ci é costato perdere questo derby a San Giovanni Valdarno! Delle ultime sei non abbiamo preso punti soltanto noi e le squadre ancora più in alto si allontanano… Era implicito lo 0-0 tra Colligiana e Mezzolara, mentre ha del clamoroso il successo esterno della Correggese contro il Villabiagio che, in teoria, dovrebbe essere ancora in lotta per la promozione diretta alla categoria superiore. I ragazzi di Castiglione della Valle hanno perso quasi senza colpo ferire. Che faranno, tireranno di nuovo fuori gli artigli nel prossimo turno contro di noi a Città di Castello? Metteteci anche l’orgoglio e il lottare fino allo stremo delle forze del Trestina in questo periodo e la giornata é completa.

Siamo a 22 punti, assieme alla Correggese; abbiamo dietro soltanto Colligiana, 21 punti, e Mezzolara, che chiude, 20. Davanti troviamo il Castelvetro a 24, poi Tuttocuoio e Trestina (quest’ultima fuori, per ora, dai play-out) a 26. Il Sasso Marconi (comunque, con un gruzzoletto di cinque lunghezze su di noi) naviga a 27 punti e poi si sale con formazioni che sembrano già difficilmente raggiungibili.

Abbiamo uguagliato il Chievo contro la Juventus: due espulsioni che ci hanno fatto finire la partita in nove e ci priveranno anche per il match col Villabiagio di altre due pedine; tanto abbiamo problemi di abbondanza… Vero é che nel finale di partita anche agli umbri é stato espulso un uomo, Polidori, che contro di noi non ci sarà.

Peccato perché nel primo tempo, pur non entusiasmando, avevamo tenuto bene botta contro avversari non facili da affrontare, poi nella ripresa l’1-2 letale dei padroni di casa (secondo gol su rigore regalato dall’arbitro perché il fallo era fuori dell’area e conseguente espulsione di Mencagli) che ha chiuso, di fatto, il conto. Preoccupano, soprattutto, le dichiarazioni di mister Tardioli a fine match: “Oggi abbiamo fatto due passi indietro, non abbiamo proprio giocato!”.

Per affrontare il prossimo match bisognerà contare gli uomini a disposizione, sperando, magari, che possa  recuperare capitan Catacchini che é stato operato mercoledì scorso per ricomporre la frattura al setto nasale. E con la speranza che non mi chiami ancora il doc per annunciarmi qualche altro infortunio. E che avvenga presto il miracolo, perché il problema é che passano le giornate…

E se l’annata maledetta continua a perseguitarci speriamo che almeno il finale sia bello, come nelle fiabe. Per farci vivere felici e contenti, come meritano tutti i meravigliosi abitanti del Borgo.

Che nella prossima partita, con le dita (indice e medio) incrociate, bandiere, trombette e ogni forma di incoraggiamento affluiranno in gran numero sugli spalti del “Bernicchi”. Ora più che mai: FORZA CITTI, fino alla fine! Come recitano alcuni slogan di squadre di serie A.

Ugo Russo, Presidente onorario