Sciabola o fioretto?

Sciabola o fioretto?

5 novembre 2018 Non attivi Di Area Comunicazione

Il pari di Ponte San Giovanni, quel che se ne dica, è proprio importante e significativo. Dai confini con l’Augusta Perusia, stadio degli Ornari, arriva, nella nona giornata del torneo, il secondo pareggio dei bianconeri che, dopo Ellera, 2-2 nella gara inaugurale del campionato di Eccellenza, raggiungono, sull’1-1, grazie al gol di Scarselli, la Pontevecchio. Fuori dal terreno amico del Buitoni sono, sino ad oggi, arrivati questi due pari, la vittoria di Orvieto e gli stop di Foligno e Spoleto contro le attuali prime due della classe.

D’Urso

Dopo aver avuto diverse opportunità nella prima frazione di gara, i bianconeri di Bricca beccano nella ripresa, ma trovano, poi meritatamente, il pari con il giovanissimo classe 2001 Scarselli. Da rilevare che, comunque, il Sansepolcro termina in dieci per l’espulsione, la prima subita in questo campionato, di Boriosi per somma di ammonizioni, mentre Valori è passato con il quarto giallo, alla diffida e al prossimo cartellino scatterà la giornata di stop.
Il pelo sull’uovo o la pecca di…giornata: a Ponte San Giovanni, in un terreno allentato andava, forse, usato più la…sciabola che il…fioretto. Dopo la prova, infatti, contro l’Angelana, una settimana prima al Buitoni, dove si era visto un Sansepolcro battagliero, che era entrato nella giusta mentalità di questo nuovo torneo che non è la serie D, contro la Pontevecchio si è tornati a giocare con qualche preziosità tecnica che avrebbe potuto lasciare spazio al gioco più…maschio, sempre sportivamente parlando.

Bianchini

C’è anche da evidenziare, però, l’assenza di D’Urso e il nuovo infortunio, auguriamoci che non sia nulla di grave, ancora una volta a Bianchini, tutti fattori non di poco conto.
Un punto, questo, che fa classifica, ottenuto in casa di una squadra abituata a lottare che, pur essendo una matricola quest’anno nel campionato, ha esperienza di Eccellenza da vendere e lo sta naturalmente dimostrando.
Ed ora,archiviato un punto significativo, occhi puntati a domenica prossima quando arriverà al Buitoni il San Sisto, quel San Sisto che, sul proprio sintetico era riuscito, quasi, a coronare il sogno di infliggere la prima sconfitta al Lama, ma il piede di Bernicchi, al ’91 ha spento i sogni dei biancocelesti.