A tu per tu con Ali Zober

A tu per tu con Ali Zober

8 Marzo 2019 Non attivi Di Area Comunicazione

Il ventiduesimo appuntamento con “A tu per tu” ha come protagonista Ali Zober. Il difensore, classe 2001, ci racconta la sua storia calcistica, il tifo per il Milan, l’idolo Ronaldo, il viaggio in Pakistan e… tanto altro ancora!

Ciao Ali, innanzitutto parlaci un po’ di te…

“Ho 18 anni e vivo ad Arezzo. Sono nato in Italia ma ho la nazionalità pakistana. Oltre a giocare a calcio come difensore centrale, lavoro anche con mio babbo”

Da quanto giochi a calcio? Raccontaci la tua carriera…

“Ho iniziato all’età di 11 anni nel Quarata dove ho giocato per due anni poi sono passato al Chimera. Dopo due anni con gli amaranto sono venuto a Sansepolcro e questo è il terzo anno che gioco qui”

Il ricordo calcistico più bello che hai?

“Quando anno scorso abbiamo vinto il torneo ‘Città di Sansepolcro’”

Per quale squadra tifi e chi è il tuo idolo?

“Tifo Milan ed il mio idolo è Cristiano Ronaldo!”

Sei scaramantico? Hai un rito che ripeti prima di ogni partita?

“Non sono scaramantico ma prima di ogni partita dico una preghiera”

Come giudichi la stagione del Sansepolcro?

“Da agosto a questa parte siamo migliorati moltissimo e secondo me per adesso è una stagione positiva”

Il viaggio più bello che hai fatto?

“Sicuramente quando sono tornato in Pakistan, una terra molto diversa dall’Italia”

Il tuo piatto preferito?

“Il kebab!”

Sei fidanzato?

“No, non lo sono”

Cosa ti piace fare nel tempo libero?

“Mi piace giocare alla Play e andare a fare un giro con i miei amici”

Il tuo sogno nel cassetto? Cosa vuoi fare nella vita?

“Il mio sogno è quello di rendere orgogliosi di me i miei familiari. Nella vita spero di fare il calciatore!”

Grazie Ali ed in bocca al lupo per il futuro!

“Grazie a voi!”