A tu per tu con Oriano Mearini: stagione 1978-79, il Sansepolcro verso la C2.

A tu per tu con Oriano Mearini: stagione 1978-79, il Sansepolcro verso la C2.

15 Marzo 2019 Non attivi Di Area Comunicazione

Sono passati 40 anni da quella storica promozione in serie C2, la prima ed unica dell’allora US Sansepolcro.
Conclusa la nostra carrellata con i ragazzi di oggi del VA Sansepolcro, ci sembra doveroso ricordare quei giocatori che hanno portato allo storico successo.
Stagione 1978-1979 e di questi tempi, 40 anni fa, il Sansepolcro lottava per accedere alla C2. E la squadra riuscì anche nell’impresa di vincere a Città di Castello, il 4 marzo 1979, grazie ad un gol di Olinto Magara. Erano la bellezza di 21 anni, stagione 1957-1958, che il Sansepolcro, rete di Mioni, non batteva il Città di Castello. Fu l’apoteosi in città per un trionfo storico.
Ma eccola la rosa del Sansepolcro targato 1978-1979: portieri: Colavetta e Ciolfi; la difesa: Chiasserini, Mearini, Landi, Tricca, Giulianini, Balducci; a centrocampo: Facchin, Bonfante, Bruscaglia, Becci, Testerini, Rossi, Berghi, Catalani C. davanti: Magara, Tellini, Barculli. Presidente Marino Cesari, allenatore Silvano Grassi, ds Efrem Dotti. In 34 gare giocate furono 18 quelle vinte, 8 le pareggiate, 8 quelle perse, 43 i gol fatti, 28 quelli subiti. Questi i marcatori: 11 gol Magara, 8 Bonfante e Testerini, 6 Tellini, 5 Barculli, 2 Chiasserini e Facchin, 1 Tricca.

Il Buitoni qualche anno fa

E la parola, ora, la lasciamo ad Oriano Mearini, difensore di quel Sansepolcro.
Cambiato tanto, anche tra i dilettanti, il calcio di allora con quello di oggi?
“Tantissimo, c’è una differenza abissale, dice Mearini, basta pensare che a noi difensori era quasi proibito lasciare la difesa e andare oltre la metacampo. Io marcavo ad uomo, ovvero stavo alle costole della punta avversaria, cosa che oggi non esiste più”.
Classe 1957, Mearini, disputò in quella stagione una quindicina di partite, ma anche l’ultimo campionato con la maglia bianconera.
“Esatto, ci dice, un infortunio al ginocchio, mentre mi preparavo al servizio militare, ma avevo anche appena aperto il mio negozio di orafo, mi tenne fuori dal proseguire in bianconero, ma essere approdato in C2 mi permise di frequentare la Compagnia atleti dell’esercito, alla Cecchignola di Roma, dove mi trovai assieme a Tassotti e Chierico.”
Mearini che esordì, neanche 17enne, in serie D con Magherini, quindi anche la gara con la Pistoiese.
“Altra stagione da incorniciare, con tecnico Flaborea, battemmo la mitica Pistoiese in un Buitoni con quasi 3.000 spettatori, per 1-0, con rete di Filippi”.
E a proposito di pubblico….

Oriano Mearini

“Erano sempre in tanti sugli spalti del Buitoni, ma di calcio se ne parlava tutta la settimana nei bar cittadini, in attesa della prossima sfida. Noi eravamo, 40 anni fa, un gran bel gruppo, l’ambiente era stupendo, il collettivo pure, ed era proprio grazie anche al pubblico che riuscimmo in quell’impresa nella stagione 1978-1979. Non era certo il calcio di oggi dove, in Tv, vedi partite tutti i giorni. Peccato, altri tempi”.