I numeri del campionato – La 21° giornata

I numeri del campionato – La 21° giornata

11 Febbraio 2020 Non attivi Di Area Comunicazione Sansepolcro

23 gol realizzati, 4 vittorie casalinghe, 3 pareggi e 1 sola ma importantissima affermazione esterna. Questi in estrema sintesi i numeri della 21° giornata del campionato di Eccellenza. In evidenza gli attacchi di Angelana, Pontevalleceppi e Tiferno 1919, mentre 5 formazioni sono rimaste a secco di reti.

A sorridere in questo weekend è stato soprattutto il Tiferno 1919 che ha vinto 4-1 lo scontro diretto in trasferta con lo Spoleto portandosi a quota 38 e salendo da solo in testa alla classifica. Il team di Città di Castello ha collezionato la 2° affermazione esterna consecutiva (con lo stesso punteggio di quella centrata due settimane fa con il Castel del Piano), ha inanellato il 3° risultato utile di fila, ha confermato l’ottimo ruolino fuori casa (21 punti totalizzati lontano dal proprio campo) e ha firmato l’11° successo stagionale (record condiviso con la Narnese). Lo Spoleto è caduto invece dopo 2 “x” di fila e 8 risultati utili, ha incassato la 4° sconfitta in campionato, è rimasto inchiodato a quota 37 e occupa la 2° posizione pari merito con la Narnese (che perdendo 1-0 a Lama ha patito il 6° ko totale, scivolando dopo 5 risultati positivi).

La Nestor ha pareggiato 0-0 in casa contro il Sansepolcro e ha rallentato il proprio ritmo dopo 4 vittorie di fila, ma non ha incassato reti per la 3° gara consecutiva ed ha confermato di essere la squadra con il miglior rendimento nel girone di ritorno (13 punti su 6 partite). Nestor raggiunta a quota 34 in 4° posizione dall’Orvietana che, vincendo 2-1 tra le mura amiche contro l’Assisi Subasio, ha centrato il 3° risultato utile di fila e conquistato la 7° affermazione su 11 partite interne.

Dopo il pari con la Nestor è invece momentaneamente uscito dalla zona play off il VA Sansepolcro, raggiunto in 6° posizione a quota 32 dal Lama (alla 2° vittoria di prestigio in casa dopo quella con i biturgensi e al 3° risultato utile nelle ultime 3 domeniche). Il Pontevalleceppi ha incassato gol dopo 333 minuti, ma ha comunque battuto in un confronto ricco di emozioni la Ducato (4-3 il punteggio) centrando il 5° risultato utile (3 successi e 2 pareggi nel 2020) e salendo a quota 31. Lo 0-0 firmato sul campo del San Sisto ha consentito alla Trasimeno di collezionare il 3° pari di fila, di portare a 5 le giornate senza sconfitte e di salire a quota 29.

Domenica amara per la Ducato che in conseguenza del ko patito con il Pontevalleceppi (5° esterno e 8° totale) è rimasta ferma a 27, con 1 sola lunghezza di vantaggio sulle due squadre che occupano pari merito la quintultima piazza: l’Angelana ha battuto 4-1 tra le mura amiche l’Ellera, rialzando la testa dopo 4 sconfitte e ritrovando un successo che mancava addirittura dal 17 novembre 2019 (2-1 in casa con il Pontevalleceppi a cui sono seguiti poi 3 pareggi e 6 ko), mentre il Castel del Piano ha impattato 1-1 sul proprio campo contro il Gualdo Casacastalda rimandando l’appuntamento con una vittoria che sfugge dal 19 gennaio (2-1 ad Ellera).

Quartultima posizione a quota 25 per il San Sisto (2° gara di fila senza gol subiti e girone di ritorno con ben 11 punti all’attivo), terzultima a quota 24 per l’Assisi Subasio (al 4° ko di fila in trasferta, senza vittorie nelle 11 partite esterne e con un bottino fuori casa decisamente inferiore rispetto ai 19 punti ottenuti sul proprio terreno). La graduatoria è come sempre chiusa da Gualdo Casacastalda (capace comunque di tornare a fare punti dopo 6 ko, di ritrovare il gol dopo 2 turni e penultimo a quota 11) ed Ellera (fanalino di coda a quota 8).

I numeri del VA Sansepolcro

Il Sansepolcro ha pareggiato 0-0 sul difficile campo della Nestor, centrando il 2° “x” a reti inviolate consecutivo (dopo quello interno con il Pontevalleceppi), restando ancora senza gol all’attivo (296 i minuti totali di astinenza dopo la rete realizzata da Zanchi il 19 gennaio nel match interno perso 2-1 con il San Sisto) e rimandando ulteriormente l’appuntamento con il 1° successo del 2020 (il team di mister Bonura non vince dal 22 dicembre 2019 nel match del Buitoni con la Trasimeno e nelle successive 5 giornate ha conquistato appena 2 punti). I biturgensi hanno raccolto l’8° pareggio stagionale e pur salendo a quota a quota 32 sono scivolati al 6° posto in classifica, uscendo momentaneamente dalla zona play off (che resta comunque distante solo 2 lunghezze). Il gap dalla vetta della graduatoria è invece di 6 punti. Lo score è di 8 successi, 8 pari e 5 ko, con 26 gol firmati (5° attacco) e 22 subiti (7° retroguardia). Nessuna rete all’attivo per l’8° volta in stagione (la 3° di fila), 10° match concluso però con la porta inviolata (2° consecutivo). La compagine di mister Bonura è tornata a far punti in trasferta dopo i ko patiti a inizio 2020 con Ducato e Lama, ma fuori casa non segna da 220 minuti.

Domenica prossima il Sansepolcro affronterà al Buitoni il Castel del Piano e non potrà permettersi altre frenate. Nelle 10 gare interne i bianconeri hanno conquistato 16 punti, in virtù di 4 successi, 4 pareggi e 2 sconfitte (14 gol siglati e 11 incassati). I bianconeri non vincono tra le mura amiche dal 22 dicembre (1-0 con la Trasimeno) e nelle 2 partite casalinghe del 2020 hanno ottenuto soltanto 1 punto (ko con il San Sisto e “x” con il Pontevalleceppi).

Il Castel del Piano è quintultimo assieme all’Angelana con 26 punti all’attivo, in conseguenza di 6 successi, 8 pari e 7 ko, con 23 reti segnate (quartultimo attacco) e 26 incassate (quintultima difesa), non vince dal 19 gennaio (2-1 ad Ellera) e nelle successive 3 partite ha raccolto solamente 1 punto (riscattando parzialmente le sconfitte patite con Tiferno e Assisi Subasio grazie all’1-1 casalingo di domenica scorsa con il Gualdo Casacastalda). Il Castel del Piano ha raccolto 14 punti nelle 10 gare esterne disputate (4 successi, 2 pareggi e 4 ko con 13 gol siglati e 14 incassati) e non vince fuori dal 19 gennaio.

Numeri a parte è chiaro che questa dovrà essere per il Sansepolcro la partita della svolta. La volata è lanciata e per essere protagonisti fino alla fine è necessario tornare a spingere sull’acceleratore.